Lo Staff



Corsi

Articoli


Video&Foto


Esperienze


Area Medica


Diving&Punti d'Immersione


Approfondimenti


Contatti



Ogni mese scopriremo un nuovo abitante del mondo sommerso, le piante, i molluschi, i pesci e i crostacei non saranno più degli sconosciuti!!!

questo mese: IL RICCIO

DESCRIzione
All'interno della classe Echinoidea (la stessa delle stelle marine) ritroviamo i ricci di mare, vasto gruppo di animali esclusivamente bentonici (vale a dire che vivono a contatto con il fondo marino o comunque fissati ad un substrato solido). La classe comprende circa 950 specie marine diffuse in tutti gli habitat del mondo fino a 5000 m di profondità. Di queste, 26 specie si ritrovano nel Mar Mediterraneo di cui 11 sono le forme regolari e 15 di forma irregolari. La particolarità dei ricci di mare è il fatto che il loro corpo è formato da un dermascheletro rigido costituito da diverse piastre saldate assieme che assumono una consistenza rigida e provviste di aculei più o meno vistosi a seconda della specie. I ricci di mare (come tutti gli echinodermi) sono animali esclusivamente marini e sono poco tolleranti nei confronti delle variazioni di salinità a causa della loro anatomia. Tra gli echinodermi le forme sono diverse a seconda delle specie infatti vengono suddivisi in due grandi gruppi: echinoidea con il corpo a forma regolare ed echinoidea con il corpo a forma irregolare. Le specie con il corpo a FORMA REGOLARE sono i classici ricci di mare che tutti conosciamo dove il corpo assume una forma globosa o subconica e sono ricoperti da aculei formati da carbonato di calcio in forma di calcite mescolata con sostanza organica, più o meno lunghi e distribuiti in maniera abbastanza uniforme su tutto il corpo a seconda della singola specie.ed alcune specie si scavano delle vere e proprie nicchie nelle rocce usando i denti della lanterna di Aristotele. Alcuni ad esempio, sono grandi scavatori delle rocce in quando scavano delle nicchie nelle quali si infossano e vi rimanono permanentemente in quanto capita spesso che non riescano più ad uscirne perchè l'apertura fatta quando erano in stadi più piccoli, è diventata talmente stretta che non riescono più a venirne fuori e per nutrirsi dipendono dai materiali che vengono portati dalla corrente.

COMPOrtamento
Tutte le appendici esterne del riccio di mare (spine, pedicelli, pedicellarie) se perse si rigenerano molto rapidamente così come le ferite del guscio vengono riparate con la riformazione dello scheletro calcareo.I ricci di mare in generale sono animali sedentari e gli spostamenti avvengono con estrema lentezza.Tutti gli echinoidei sono animali a fototropismo negativo vale a dire che tendono a ricercare l'ombra ed addirittura le specie come il Paracentrotus lividus tendono a coprirsi il corpo con sassolini o pezzetti di conchiglie per ripararsi dalla luce.I ricci regolari che vivono nei substrati rocciosi sono per lo più erbivori brucatori e la loro dieta è a base di alghe. Le due specie A. lixula e P. lividus quando formano dei tappeti nelle rocce spogliano completamente la vegetazione della zona dalle alghe. Le specie di ricci regolari che vivono invece sui fondali incoerenti e in acqua profonde sono detrivori e consumatori della sostanza organica che si deposita nel sedimento


RIPROduzione
LL'apparato riproduttore è formato da cinque gonadi (che sono la parte edule, quella che normalmente è apprezzata dai buongustai) unite tra loro da filamenti e quando sono mature appaiono voluminose e di colore aranciato più o meno intenso. Nei ricci, di mare come in tutti gli echinodermi i sessi sono separati e non esiste dimorfismo sessuale in quanto i maschi e le femmine sono del tutto simili tra loro. La riproduzione avviene senza accoppiamento in quanto le uova sono deposte nell'acqua dove vengono fecondate dal seme maschile.

DAsapere
In molte zone d'Italia e del mondo più in generale la loro raccolta al di fuori di precisi periodi dell'anno è vietata (in Italia - la raccolta e quindi il relativo consumo è possibile solo tra i mesi di novembre ed aprile) per non compromettere la loro riproduzione.

Se volete saperne di più e conoscere altre specie di ricci potete guardare quì
http://www.ovo.com/riccio-mare

FOTO grandi

riccio dai lunghi aculei

interno del riccio (frutto commestibile)

bocca del riccio

scheletro del riccio

riccio matita

scheletro del riccio matita

riccio cuore (è raro vederlo vivo)

scheletro del riccio cuore

 


METEOSCUBA
Le previsioni per la tua immersione


Guarda il video
"Ricci sul fondo"


http://youtu.be/QfFaajD8D6c

ARCHIVIO
La Cernia
La Murena
Il Sarago
Il Polpo
Il Grongo
Il Nudibranco

L'Aragosta
La Medusa
La Gorgonia

Web Design Project Gr@phicnet - WebMaster Simona - Copyright 2008 A.S.D. Cavalluccio Marino

 

Torna alla Pagina Principale